giovedì 17 aprile 2008

6° puntata spezie: Cardamomo









Il cardamomo è una spezia nota come la terza spezia più cara al mondo (dopo zafferano e vaniglia). Il nome indica propriamente la Elettaria: una specie di pianta tropicale della famiglia delle Zingiberaceae (la stessa famiglia dello Zenzero). Spesso però si indicano con lo stesso nome anche altre piante, tra cui la più simile al vero cardamomo è la Amonum.

Era conosciuto fin dai tempi dei Greci e dei Romani, che lo utilizzavano per produrre profumi.

Aspetto e parti utilizzate

Il frutto si presenta come una capsula contenente tanti piccoli semi di colore marrone-nero. I semi sono utilizzati come spezie, ma poiché perdono molto rapidamente il proprio aroma, generalmente viene conservata e commercializzata l'intera capsula, generalmente essiccata. Al momento dell'uso la capsula viene rotta, e i semi utilizzati sciolti o macinati.

Tipi di cardamomo e loro distribuzione

Il cardamomo si ricava da due specie della famiglia delle Zingiberaceae; entrambe le specie hanno sottospecie a diffusione locale, dalle quali si ricavano prodotti di qualità diversa:
Elettaria

  • Elettaria cardamomum è distribuita fra l'India e la Malaysia. Da essa si ricava il cardamomo verde o vero cardamomo.
  • Elettaria repens cresce nella zona dello Sri Lanka. La spezia che da essa si ricava è detta cardamomo di Ceylon.

Amomum

  • Amomum subulatum conosciuto come cardamomo nero o cardamomo nepalese. È il più comune da trovare poiché il maggiore produttore mondiale di cardamomo nero è il Nepal con 6,647 tonnellate nel 2006.
  • Amomum costatum diffuso in Cina e Vietnam e particolarmente presente nella cucina di questi paesi.
  • Amomum compactum diffuso in Tailandia e Birmania. Noto come cardamomo del Siam.


Altri nomi con cui il cardamomo ottenuto da piante di Amomum è conosciuto sono cardamomo marrone, Kravan, cardamomo di Giava, cardamomo del Bengala, cardamomo bianco o cardamomo rosso).
La zona di diffusione di entrambe le specie è distribuita soprattutto tra Asia e Australia.

Modalità di conservazione

Una volta che i semi vengono esposti all'aria perdono rapidamente il loro sapore; perciò vengono venduti all'interno del loro baccello in modo che siano protetti dall'aria.

Utilizzi

Tutte le varie specie e varietà di cardamomo sono utilizzate principalmente come spezie per la cucina e in medicina. In generale:

  • Elettaria subulatum (il cardamomo propriamente detto) è utilizzato come spezia e in medicina. Viene talvolta fumato e costituisce l'alimento principale delle larve della falena Endoclita hosei.
  • Amomum è utilizzato come ingrediente della medicina tradizionale cinese, indiana, coreana e vietnamita.

Uso culinario

È molto utilizzato come aroma nella preparazione del caffè alla turca, e del caffè e del tè nei paesi arabi in generale.
Nella cucina mediorientale, turca e indiana è utilizzato per insaporire dolci e nelle miscele di spezie. Trova un suo utilizzo anche nella cucina dei paesi nordici (per esempio in Finlandia).
Il cardamomo verde ha un gusto intenso e fortemente aromatico dal quale si differenzia il cardamomo nero che è più astringente, leggermente amaro e con un sentore di menta. Basta un piccolo baccello per insaporire un piatto. In India, i semi neri del cardamomo sono spesso un componente importante del garam masala e per insaporire il riso. In Cina sono utilizzati per aromatizzare piatti di carne arrostita e nel Vietnam sono usati come ingrediente nel brodo per la minestra di tagliatelle detta Phở.
Nonostante il sapore sia abbastanza diverso, spesso il cardamomo nero è usato come sostituto del cardamomo verde perché è molto più economico.


Nelle medicine tradizionali




In India, il cardamomo verde è largamente utilizzato per la cura di infezioni ai denti e alle gengive, per prevenire e curare malattie della gola, congestioni dei polmoni e tubercolosi polmonare, infiammazioni delle palpebre e anche disordini digestivi. Pare anche essere utilizzato come antidoto contro il veleno sia di serpenti che di scorpioni.

Anche il cardamomo nero viene utilizzato nella medicina tradizionale indiana, e inoltre in quella cinese per curare mal di stomaco, stitichezza, dissenteria e altri disturbi digestivi.

19 commenti:

  1. IO il cardamomo lo uso spesso in molte ricette di pesce, inoltre lo uso nella preparazione di alcune birre. INteressante post!

    RispondiElimina
  2. Ciao Nuvoletta! Ma che bella musica mi ha accolta!
    Questo tuo post e' davvero molto interessante! Io utilizzo il cardamomo per varie cose...Ho fatto anche una pannacotta che per un po' mi ha creato una vera e proprio dipendenza!
    Besos

    RispondiElimina
  3. ciao max dalle mie parti non c'è questa spezia, ho visto che ha proprietà curative al livello del sistema respiratorio ed gastrointestinale, che molto usata nella medicina indiana e cinese...

    ciao campodifragole..non ho mai visto questa spezia nel negozio di alimentari...

    RispondiElimina
  4. grazie nuvoletta per tutte queste informazioni! sei splendida!!!

    RispondiElimina
  5. ottimo post,completo e davvero molto interessante!
    baciotti cara ;D

    RispondiElimina
  6. Sei veramente inesauribile cara nuvoletta quanto quotidianamente ci tieni informati su tutto,
    Grazie di esistere,
    il tuo affezionato Tomaso

    RispondiElimina
  7. Ma ci credi che non ho mai assaggiato il cardamomo? Che vergogna, devo rimediare!

    Che buona la torta alla ricotta qui sotto, semplice, leggera e deliziosa!

    RispondiElimina
  8. è una spezia che amo particolarmente buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. ely grazie mi piace molto per quanto riguarda la parte della medicina, so che la cipolla per chi ha problemi di acido urico non può consumarla..

    mirtilla grazie mirtilla bacione...

    tomaso ciao carissimo

    dolcetto verso sera vado fuori città alla ricerca del cardamomo qui non la trovo ma!

    RispondiElimina
  10. marcella buon fine settimana anche a te

    RispondiElimina
  11. se hai bisogno io qui lo trovo e te le mando fammi un fischio :-))

    RispondiElimina
  12. grazie ely...mi metto alla ricerca...

    RispondiElimina
  13. guarda davvero per me non è un disturbi ma solo un piacere quindi se ti serve dimmelo senza problemi ok? un bacio

    RispondiElimina
  14. grazie ely, se gentilissima...

    RispondiElimina
  15. allora compro??? dimmi tu :-))

    RispondiElimina
  16. L'ho trovato stamattina, cmq grazie...dove abito iio si ha un po' di difficoltà per trovare certe spezie, hai sempre l'abitudine di andare nello stesso negozio per la comodità, ho cambiato sono andata a vedere la spezia in un'altro l'ho trovato.....
    Ieri sera ho fatto gli spaghetti aglio olio e peperoncino, non ho preso il peperoncino in polvere, ma quello essicato, con il macinello cantinchiando si vede che ho messo una dose in più, sono rimasti a bocca aperta.....ho notato che quello in polvere perde un po'....ciao

    RispondiElimina
  17. bene ne sono felice, chissà la bocca dei tuoi commensali :-)))

    RispondiElimina
  18. Nuvoletta ciao! post interessantissimo! :D uso molto il cardamomo. un'amica belga mi ha detto una volta di masticarlo perché fa bene alle gengive e ora trovo riscontro nel tuo post.
    grazie mille!

    RispondiElimina

Grazie della visita..........^_^